Il Presepe

Il Presepe Napoletano a Bracigliano – Presepe Monumentale

Sulla scia del grande tradizione presepiale napoletana, si pone il presepe napoletano di Bracigliano, visitabile – almeno fino ad ora – nel periodo natalizio. La storia di questo presepe è relativamente giovane, e la sua crescita, sia artistica che numerica, (in riferimento al numero delle statuine presepiali) testimonia la crescita di una comunità parrocchiale intorno al mistero dell’incarnazione. Tutto ha inizio nel 1995 quando per volontà del parroco di allora, don Emmanuel Vivo, si riprese la bella e antica tradizione di realizzare il presepe nella Chiesa di San Giovanni Battista. A quel tempo la Chiesa parrocchiale non possedeva né le statuine né sughero o casette per realizzare la scenografia che veniva costruita con i materiali e le statuine di un privato. Un po’ alla volta, grazie ancora una volta alla generosità dei braciglianesi, si iniziò a comprare il sughero, il legno e quanto occorreva per la realizzazione della scenografia presepiale. In particolare nel 1998 si fece la scelta di comprare i primi pastori: non semplici pastori in plastica o terracotta, ma i pastori della tradizione settecentesca napoletana che ancora oggi vengono riprodotti seguendo i canoni del tempo: testa in terracotta policroma con occhi di vetro, arti in legno, manichino snodabile abiti in tessuto. Da allora anno dopo anno il presepe non ha mai smesso di crescere: pastori, finimenti, animali, accessori di ogni specie, di anno in anno impreziosiscono il patrimonio presepiale di questa piccola comunità parrocchiale. Dal 1995 al 2007 il presepe è stato realizzato in una delle cappelle laterali della Chiesa di san Giovanni Battista. Man mano che il presepe e la collezione di pastori crescevano, aumentava anche lo spazio utile per costruire la scenografia. Non potendo però occupare la Chiesa si pensò nel 2008 di iniziare a realizzare il presepe nella Congrega del SS. Rosario. Da quell’anno il presepe in Congrega è diventato appuntamento fisso del Natale braciglianese. Fino a che nel 2015 non si pensò di realizzare una scenografia presepiale stabile che di anno in anno viene impreziosita, migliorata e curata. Oggi il presepe conta circa 120/130 pastori, oltre 50 animali e occupa quello che una volta era il presbiterio della Congrega. Ha una lunghezza che sfiora i 7 metri, una profondità di 5 mt e un’altezza di circa 4 metri. I Pastori sono stati acquistati nelle migliori botteghe napoletane contemporanee: Ferrigno, Molli, Sorrentino, Ercolano, Scialò, Iaccarino. La scenografia presepiale – unica per grandezza e numero di pastori in tutta la provincia di Salerno – è stata realizzata dal giovane e talentuoso Antonio Sorrentino in collaborazione con il gruppo di parrocchiani appassionati che sin dal 1995 ha a cuore quest’opera